All'associazione è stato conferito il secondo premio nazionale per la gestione dello spazio pubblico, nell'ambito della Biennale Spazio Pubblico 2013

20/01/11

Assemblea straordinaria 26 gennaio 2011 h 20.30

A tutti i soci e ai simpatizzanti

Passo su passo, sono più di dieci anni che l’Associazione Il Giardino del Guasto continua a camminare per rendere bello e vivibile questo spazio.
Certamente il giardino è cresciuto. Sono aumentati i frequentatori di varie provenienze e fasce d’età e molti fra questi sono diventati soci attivi e protagonisti. Sono aumentate le attività di laboratorio e di intrattenimento, si sono moltiplicate le relazioni sociali e di collaborazione con soggetti pubblici, privati, associazioni. Soprattutto per le famiglie ed i bambini lo spazio che apriamo da aprile ad ottobre è diventato una sorta di cortile di prossimità, luogo dove incontrarsi, giocare, darsi appuntamento e creare quella rete relazionale che nel centro della città è molto fragile.
Potremmo dire che ora il giardino è un po’ come un adolescente, si sta guadagnando una sua identità all’interno della città, può provare a vivere anche senza essere guardato costantemente a vista, può cercare nuove esperienze, anche se le turbolenze sono sempre all’angolo e qualche muro comincia a sgretolarsi.
Si tratta tuttavia di una maturazione che non va avanti da sola e che non può avvenire senza il supporto di chi in quel giardino si incontra, chiacchiera, gioca, ride, pensa…
Le relazioni maturate in questi anni fra le persone fanno pensare che sia possibile passare ad un vero e proprio “giardino di comunità”, con un coinvolgimento più attivo di giovani e adulti sia per la gestione quotidiana che per le scelte delle attività da intraprendere. Non si tratta solo di lavoro da fare o di tempo da regalare a tutti, ma di un modo pieno di pensare il giardino come luogo in cui la comunità si esprime e che a sua volta serve a rafforzare il senso di comunità e la capacità di convivenza dentro la città.
Del resto, un salto in avanti è chiesto anche dalla situazione finanziaria. L’Associazione fin dall’inizio ha operato in convenzione con il Quartiere san Vitale e ha goduto di un supporto economico e collaborativo del Quartiere e del Comune. Come tutti sappiamo, la situazione è oggi molto critica e fra i molteplici tagli che la Pubblica Amministrazione deve operare ci siamo anche noi. Questo ha già aperto grossi interrogativi sulla possibilità di continuare nel 2011 la ormai tradizionale organizzazione settimanale delle aperture e delle attività.

E’ indispensabile che si apra una riflessione comune sulla situazione che si è venuta a creare, sia nei suoi aspetti di crescita che in quelli relativi alle difficoltà finanziarie. Perché buoni passi proseguano nel 2011, 2012, 2013……

Ci ritroveremo pertanto per una
ASSEMBLEA STRAORDINARIA APERTA A TUTTI
alla
SALA SILENTIUM, VICOLO BOLOGNETTI
il 26 GENNAIO 2011 alle ore 20.30